Fai Login o Registrati Per Acquistare e prendere in prestito Ebook

DESCRIZIONE

Tra il luglio 1942 e il settembre 1944, un treno merci partiva quasi ogni martedì dal "campo di transito" di Westerbork, in Olanda, portando il suo carico di esseri umani verso Auschwitz. Più di centomila furono i deportati alla fine della guerra, cinquemila i superstiti. Per Westerbork passarono anche Anne Frank e Edith Stein, e lì visse i suoi ultimi giorni la giovane scrittrice Etty Hillesum, osservando, scrivendo e continuando a vivere, fino a quando anche lei dovette salire sul treno. In queste due lettere, scritte nel dicembre 1942 e nell'agosto 1943, Etty racconta il luogo dell'umiliazione e l'attesa della morte, osserva i reclusi – famiglie, anziani, bambini –, parla con loro, mostra i preparativi notturni per le partenze, descrive i volti dei soldati. Avrebbe potuto salvarsi, scelse invece di restare e di testimoniare quei giorni, con la voce di chi vive e scrive in perfetta armonia e sa esattamente cosa deve fare: aiutare gli altri, non cedere all'odio, cercare, nonostante tutto, la bellezza. Le due lettere vennero pubblicate clandestinamente dalla resistenza olandese nell'autunno del 1943. Per proteggere le persone coinvolte e sviare la censura, l'editore le aveva attribuite a un pittore fittizio di nome Johannes Baptiste van der Pluym e ne aveva aggiunta una terza falsa. Riproposti oggi in una nuova traduzione, in occasione del centenario della nascita dell'autrice, questi testi ci consegnano intatta la forza di una prosa dove ogni parola è vera, necessaria, intensamente vissuta.

DETTAGLI

ALTRI CONTRIBUTI : Stefano Musilli
FORMATO PER IL PRESTITO : EPUB con DRM Adobe oppure Readium LCP
ISBN EPUB : 9788868263010
ISBN CARTA : 9788868261245
LINGUA : italiano
ARGOMENTI : # in Biografie e storie vere / Biografie generali / Diari e lettere / Autobiografie generali /
Scienze umane / Storia / Storia militare / Storia: specifici eventi e argomenti / Seconda Guerra Mondiale / Genocidi e pulizia etnica / Olocausto